Bologna, 16/11/2015

CONSIGLIO COMUNALE, IL RICORDO DELLE VITTIME DEGLI ATTACCHI TERRORISTICI A PARIGI. L'INTERVENTO DI MARIE ALIX DURET


    .
Si trasmette l'intervento di Marie Alix Duret, presidente dell'associazione Bologne Accueil, in ricordo delle vittime degli attacchi terroristici a Parigi.

"Buongiorno, saluto il signor Sindaco, tutte le autoritÓ civili, militari, religiose.

Prima di tutto tengo a nome della comunitÓ francese residente a Bologna a ringraziare di cuore il Sindaco, la Presidente del Consiglio comunale Simona Lembi, i consiglieri tutti, per l'invito di oggi a partecipare, i numerosissimi messaggi e le testimonianze di affetto che ci sono pervenute, soprattutto da parte degli amici italiani e che ci sono particolarmente care in queste tristissime giornate.

La Francia Ŕ nuovamente in lutto, travolta dalla barbarie pi¨ cieca. La Francia dei diritti dell'uomo, la Francia repubblicana e i suoi valori LibertÚ, ╔galitÚ, FraternitÚ Ŕ stata selvaggiamente colpita. Partecipiamo al dolore delle famiglie, degli amici, delle vittime innocenti.

In una sola notte 130 persone sono state selvaggiamente assassinate e 352 hanno riportato ferite e di questi un centinaio molto, molto gravi. Un massacro. Una carneficina senza precedenti. 130 persone, ragazzi nella maggior parte, uscivano per divertirsi un venerdý sera. E non posso non pensare che dietro a questi numeri spaventosissimi ci siano dei ragazzi che avevano una vita normale, con le loro gioie, dolori, delusioni, sogni, i loro studi, un lavoro, gli amici, la famiglia. Avevano una vita da vivere. E' stato negato loro il diritto di vivere la loro vita. Abbiamo visto alcuni dei volti di questi ragazzi, vorrei poter elencarli e ricordarli tutti, con il loro nome, uno per uno.

Gli attentati di Parigi ci hanno lasciato profondamente addolorati, scioccati, sgomenti, arrabbiati, pieni di un'immensa tristezza, un'autentica tragedia nazionale. Tutti sentiamo il bisogno di reagire ma non vogliamo cedere alla paura e all'odio, rifiutiamo la logica di chi divide il mondo in base alla religione, al colore della pelle, alla nazionalitÓ. E' il momento di stare insieme di far sentire la voce di tutti quelli che di fronte alla morte, alla violenza rispondono con il dialogo, il rispetto e la tolleranza secondo i principi della Francia repubblicana: LibertÚ, ╔galitÚ, FraternitÚ. Vi ringrazio"
      .