Comune di Bologna
 home  |   scrivici  |   novità  |   in primo piano  | 

  

 

 

:: chi, dove e quando

:: pianificazione e governo del territorio

:: come fare per

:: normativa

:: modulistica

:: commissioni

:: link utili

 

 

 

:: agenda web

:: guida agli interventi

:: servizi on-line

 

 

 

:: strumenti urbanistici

:: progetti

:: avvisi e bandi

 

 

 

:: cartografia

:: toponomastica

 

il settore --> Normativa

Modifiche al Regolamento Edilizio - Parte II (Norme di Dettaglio)

ATTENZIONE DAL 20 MAGGIO 2009 E' IN VIGORE IL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO - VEDI
Questo Ŕ il testo della Delibera con cui sono stati aggiornati alcuni articoli del Regolamento edilizio - Norme di Dettaglio; in particolare, le novitÓ derivano dall'opera svolta dei mesi scorsi dallo specifico gruppo di lavoro sulle "Semplificazioni procedurali" all'interno del Progetto di Ottimizzazione del Processo Edilizio. Le novitÓ sono entrate in vigore il 1░ gennaio 2008.



Territorio e Urbanistica

P.G. N.: 293725/2007
Prog. n.: 390/2007
Data Seduta Giunta: 18/12/2007
Data Pubblicazione: 22/12/2007

Adottato
Oggetto: MODIFICHE REGOLAMENTO EDILIZIO PARTE SECONDA.
Delibera senza parere contabile
- Delibera di Giunta -

L A G I U N T A

Premesso che:

- il Regolamento Edilizio vigente (RE) Ŕ composto da norme approvate dal luglio 2003 - Norme di Principio (O.d.G. n. 107/2003 e OdG n.199/2003 integrato con la novella di modificazione del 21/03/2005 con deliberazione del Consiglio Comunale OdG 63/2005) e Norme di Dettaglio (Progr. n. 104/2003 e Progr. n.166/2003 integrato con la novella di modificazione del 22/03/2005 con deliberazione del Consiglio Comunale OdG 66/2005);

- l’applicazione della nuova disciplina in materia edilizia ed urbanistica deve essere costantemente oggetto di monitoraggio, al fine di adeguare la normativa esistente alle modifiche legislative intervenute sulla materia edilizia, in particolare in materia paesaggistica e sul procedimento amministrativo, in maniera da rendere lo strumento normativo regolamentare sempre adeguato alle variazioni pi¨ recenti mantenendo lo strumento duttile e di semplice attuazione nel rispetto degli obiettivi del programma di mandato 2004/2009.

- Ŕ necessario adeguare la normativa esistente alle innovazioni introdotte con l'ottimizzazione del processo edilizio, iniziata lo scorso anno, che ha razionalizzato il controllo a campione sulle pratiche edilizie, previsto dalla legge regionale, e ha implementato i controlli sul territorio, snellendo e, al contempo, individuando un modello semplificato dei flussi procedurali in particolare per gli interventi in zona di bellezza naturale;

Considerato che:

- il monitoraggio dell’applicazione concreta delle Norme di Dettaglio del vigente Regolamento Edilizio ha evidenziato disallineamento in alcune parti della norma oggi vigente rispetto le nuove leggi nazionali e regionali nonchŔ le innovazioni legislative derivanti dalle direttive europee, ha evidenziato l’urgenza di intervenire con alcune modifiche e integrazioni normative;

Valutato, che:

- in ragione, in particolare del progetto di Ottimizzazione del processo edilizio si sono evidenziate ulteriori possibilitÓ di semplificazione normativa procedurale;

Tenuto conto comunque della prossima redazione del nuovo Regolamento Urbanistico Edilizio, per cui si ritiene opportuno modificare con questo provvedimento solo alcuni articoli della parte procedurale contenuta nelle Norme di Dettaglio titolo II - Procedure e adempimenti - e in particolare:

a) adeguare le norme che attengono alla disciplina della autorizzazione paesaggistica e dell'accertamento di compatibilitÓ paesaggistica, in relazione alle nuove disposizioni contenute nel D. Lgs 42/2004 (c.d. Codice Urbani) che, prevedendo un rigoroso controllo delle zone di vincolo paesaggistico, ha innovato la disciplina del rilascio delle autorizzazioni - su progetti ordinari e a sanatoria - rispetto alle disposizioni precedentemente in vigore, ancora citate nel nostro regolamento, per cui si rende necessario, nel recepimento del nuovo assetto legislativo, rendere aggiornata la procedura di verifica delle opere edilizie ed urbanistiche nelle zone di vincolo paesaggistico e disporre una nuova procedura complessa per le opere che siano solo parzialmente realizzate;

b) recepire, in relazione a quanto detto sopra, le nuove disposizioni relative all'accertamento di compatibilitÓ paesaggistica sempre derivanti dall'applicazione del Decreto Legislativo 42/2004, per cui Ŕ stata approvata, con l'OdG 40/2006, anche la recente deliberazione delle sanzioni amministrative per il danno ambientale;

c) adeguare le norme alle recenti disposizioni sul procedimento amministrativo e sull'ottimizzazione del procedimento, permettendo l'intervento sui titoli edilizi con provvedimenti di secondo grado;

d) adeguare le disposizioni che mettano in grado di concludere sempre i procedimenti nel rispetto delle pi¨ recenti normative sull'azione amministrativa;

e) adeguare le norme alle disposizioni della legge regionale 23/2004 in modo da rendere uniforme la disciplina della applicazione delle sanzioni come puntualmente definito nella deliberazione di Consiglio Comunale OdG 70/2007;

f) adeguare la scheda relativa al requisito cogente RC 3.1 - Controllo delle emissioni dannose - con l'introduzione delle disposizioni relative alla riduzione dell'inquinamento luminoso e risparmio energetico degli impianti di illuminazione esterni agli edifici, dettate dalla LR 19/2005 e dalla direttiva di applicazione della Giunta Regionale n░ 2263 del 29/12/2005;

g) adeguare la scheda relativa al requisito cogente RC 6.1 - Contenimento dei consumi energetici - con l'introduzione delle disposizioni relative al rendimento energetico degli edifici, dettate dal D.Lgs. n.192/2005, e dal D.Lgs. 311/2006;

h) prevedere l'adeguamento della documentazione obbligatoria per i titoli edilizi alle disposizioni del DM 14 settembre 2005 - Norme tecniche per le costruzioni (sismica);

i) prevedere l'adeguamento della documentazione essenziale alle disposizioni del DPCM 12 dicembre 2005 - relazione paesaggistica;

l) adeguare la disciplina dei titoli edilizi in sanatoria e a parziale sanatoria alla attuale disciplina del procedimento amministrativo con particolare riferimento alla normativa regionale edilizia.

Dato atto che:

- il presente provvedimento modifica, per quanto di competenza, il Regolamento edilizio, Norme di Dettaglio come riportato nell'allegato B parte integrante e sostanziale del presente atto comprendente solo gli articoli modificati e/o integrati con le innovazioni evidenziate in grassetto;

- le modifiche alle Norme di dettaglio del vigente Regolamento Edilizio, oggetto del presente provvedimento, entreranno in vigore il primo gennaio 2008;

- in ragione del necessario coordinamento normativo, Ŕ quindi fatta salva la disciplina transitoria relativa ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della presente deliberazione.

Ritenuto che la previsione di tale disciplina transitoria trovi motivazione, da un lato, nei criteri di economicitÓ e di efficacia dell'azione amministrativa per i procedimenti relativi all'attivitÓ edilizia in corso, in analogia a quanto disposto con disposizione transitoria dall'art. 38 della L.R. n.31/2002.

Dato atto che il contenuto di massima delle "misure normative" Ŕ stato portato a conoscenza della Commissione di monitoraggio del regolamento edilizio;

Visti gli elaborati costituenti parte integrante del presente provvedimento, di seguito elencati:

- relazione allegato A;
- articoli delle Norme di Dettaglio del vigente Regolamento Edilizio integrati e/o modificati allegato B.

Vista la L.R. 25 novembre 2002 n. 31, ed in particolare, l'art. 39 "Adeguamento del Regolamento Edilizio comunale";

Visti gli atti d'ufficio;

Dato Atto che, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, Ŕ stato richiesto e formalmente acquisito agli atti, il parere favorevole in ordine alla regolaritÓ tecnica, espresso dal Responsabile del Settore Territorio e Urbanistica;

Su proposta del Settore Territorio e Urbanistica;

A voti unanimi e palesi;
DELIBERA

Per le motivazioni espresse in premessa

1. di approvare la novella di modificazione di disposizioni contenute in alcuni articoli delle "Norme di dettaglio" del Regolamento Edilizio, contenuta nell’allegato B parte integrante e sostanziale del presente atto, dando atto che il testo delle norme ivi contenute sostituisce - in parte qua - il testo vigente;

2. che la novella di cui al punto 1 entri in vigore il giorno 1 gennaio 2008;

3. di far salva, in analogia a quanto disposto con disposizione transitoria dall'art. 38 della L.R. n.31/2002, la disciplina transitoria relativa ai procedimenti in corso alla data di approvazione della citata deliberazione che dovranno essere conclusi con la precedente disciplina.

Il Responsabile U.I. Edilizia
Enzo Aldrovandi

Il Direttore del Settore
Giacomo Capuzzimati
Documenti allegati (parte integrante):
Allegato A.pdf Allegato B.pdf