Comune di Bologna
 home  |   scrivici  |   novità  |   in primo piano  | 

  

 

 

:: chi, dove e quando

:: pianificazione e governo del territorio

:: come fare per

:: normativa

:: modulistica

:: commissioni

:: link utili

 

 

 

:: agenda web

:: guida agli interventi

:: servizi on-line

 

 

 

:: strumenti urbanistici

:: progetti

:: avvisi e bandi

 

 

 

:: cartografia

:: toponomastica

 

il settore --> Normativa

REGOLAMENTO EDILIZIO DEL COMUNE DI BOLOGNA IN VIGORE FINO AL 19 MAGGIO 2009

ATTENZIONE DAL 20 MAGGIO 2009 E' IN VIGORE IL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO - VEDI
Il Regolamento Edilizio, entrato in vigore il 01.07.2003, regola l'intero arco delle materie edilizie e parte delle materie urbanistiche di competenza del Comune di Bologna. Esso abroga il precedente regolamento edilizio adottato nel 1989, modificato e integrato nel 2000 e tutte le precedenti circolari comunali in materia di edilizia.

Il nuovo Regolamento Edilizio si compone di pi¨ parti:
  • Parte I, Norme di principio, approvate dal Consiglio comunale il 7 aprile 2003 con la delibera P.G.N. 43831/2003, integrate con delibere P.G.N. 115296 del 7 luglio 2003 e P.G.N. 51209 del 21 marzo 2005.
  • Parte II, Normativa di dettaglio,approvata dalla Giunta comunale il 5 maggio 2003, con la delibera P.G.N. 69710/2003, integrate con delibere P.G.N. 116469 del 30 giugno 2003, P.G.N. 51199 del 22 marzo 2005 e P.G.N. 293725 del 18 dicembre 2007.
  • Parte III, Disposizioni tecnico-organizzative,scaturite dal lavoro della Commissione di Monitoraggio per l'applicazione del nuovo regolamento edilizio, approvate con determinazione dirigenziale del Settore Territorio e Riqualificazione Urbana P.G.N. 134548/2004 del 17 giugno 2004.

La variante normativa del Piano Regolatore Generale di adeguamento al presente Regolamento che poneva in regime di salvaguardia gli articoli 8, 9, 12, 13, 14, 15, 16 (disciplina degli usi edilizi), Ŕ entrata in vigore il 14.04.2004 (O.d.g. n. 80 del 18.03.2004).

Nel rispetto della distinzione dei livelli decisionali tra organi, ogni aspetto gestionale e organizzativo, incluso la predisposizione e l'approvazione della nuova modulistica Ŕ demandata alla responsabilitÓ ai dirigenti dei settori di competenza.

Le sanzioni alle violazioni del nuovo regolamento saranno definite successivamente, con apposito atto, in applicazione delle norme recentemente introdotte dall'art. 16 della Legge n░3/2003.